mercoledì 28 settembre 2016

IL LECCE FESTIVAL DELLA LETTERATURA FA IL BIS

Dal 30 settembre al via la seconda edizione del Lecce Festival della Letteratura quest'anno dedicato interamente al tema del "viaggio". Più di quaranta gli eventi in programma nelle tre giornate del festival, divisi in diverse sezioni: Lecce incontra dedicata agli incontri con gli scrittori e agli approfondimenti letterari; Letture nei cortili dedicata alle letture ad alta voce nei chiostri e nei cortili dei palazzi storici della Città di Lecce e, infine, Le officine dedicata ai laboratori letterari, artistici e anche gastronomici.

Il Festival è stato presentato questa mattina a Palazzo Carafa.

"Crediamo fortemente in questo progetto – ha spiegato l'assessore al Turismo e Marketing territoriale, Spettacoli ed Eventi, Luigi Coclite - che fa parte di una catena di eventi legati alla lettura e al mondo letterario. Trovo riduttivo parlare unicamente di iniziative letterarie perché in questo Festival ci sarà spazio per eventi di artisti di altissimo livello culturale. E' fondamentale continuare ad avere un livello di attenzione alto per generare i lettori del futuro, non a caso in questo progetto c'è stato un grande coinvolgimento delle scuole".

 

"Intendiamo avvicinare le persone alla buona lettura - sottolinea Elisabetta Cucurachi, presidente di Attraverso, una delle associazioni che hanno organizzato l'evento - perché leggere è un piacere che non ha controindicazioni. Sono particolarmente soddisfatta perché questo progetto è stato costruito partendo dal basso, facendo leva su coloro i quali a Lecce fanno cultura".

 

E' un Festival - aggiunge Matteo Sabato dell'associazione I Presìdi del Libro - che dà valore alla produzione editoriale indicando nove percorsi per avvicinarsi alla letteratura. Significativo anche il tema scelto, quello del viaggio, in una terra di frontiera come la nostra".

 

E' un progetto importante – afferma Mauro Marino del Fondo Verri - perché riesce a connettere esperienze diffuse venutesi a creare negli ultimi anni e diventa così una leva significativa per i prossimi impegni legati a Lecce Capitale del Libro 2017".

 

Molti gli scrittori ospiti di questa seconda edizione del Lecce Festival della Letteratura: si comincia venerdì 30 settembre con Alessandro Leogrande, vicedirettore del mensile Lo straniero, che al Fondo Verri presenterà il suo ultimo libro La Frontiera, Edizioni Feltrinelli, finalista al Premio Tiziano Terzani. Sabato 1 ottobre sarà la volta di Matteo Colombo, uno dei più apprezzati traduttori italiani (Don Delillo, Chuck Palahniuk, David Sedaris, Michael Chabon, Charles Bukowski) che alle Officine Culturali Ergot parlerà della sua nuova traduzione de Il giovane Holden di J. D. Salinger per Enaiudi, mentre alla Fondazione Palmieri Lireta Katiaj autrice di Lireta non cede, diario di una ragazza albanese (Terre di Mezzo) racconterà della sua storia di emigrazione che ha ispirato l'ultimo lavoro drammaturgico di Mario Perrotta Lireta – a chi viene dal mare in scena in prima assoluta ad Acquaviva di Diso la sera di venerdì 30 settembre.

Domenica 2 ottobre, alla Fondazione Palmieri, sarà la volta di Mario Fortunato, scrittore, editorialista dell'Espresso, a lungo direttore dell'Istituto Italiano di Cultura a Londra, che presenterà il suo ultimo libro Noi due un memoriale della sua storia di amicizia con Pier Vittorio Tondelli e Filippo Betto.

Agli appuntamenti con gli scrittori si affianca una ricca proposta di incontri di approfondimento di grande fascino e attualità due dei quali curati dall'Università del Salento e tenuti entrambi presso l'ex ufficio anagrafe di Lecce oggi Distretto Agoalimentare: il primo venerdì 30 settembre, ore 19 su La Tempesta di W. Shakespeare nelle sue moderne traspozioni teatrali e cinematografiche con Maria Luisa De Rinaldis, anglista, e Paolo Castelli esperto di linguaggi della comunicazione visiva; il secondo sabato 1 ottobre, sempre ore 19, dedicato a I Cammini euromediterranei, dagli antichi romani ai contemporanei globetrotter, con il patrocino della Società Geografica Italiana e la partecipazione del prof. Simone Bozzato, insieme con Fabio Pollice, Anna Trono e Francesco Somaini. Si parlerà anche di teatro, con Franco Ungaro  che sulle tracce dei suoi tanti reportage di viaggio nell'est europeo racconterà dell'evoluzione del teatro dei paesi dei Balcani nel passaggio dai regimi totalitari alle odierne democrazie, con lui l'amico Luca Cortina regista da anni in Macedonia.

 

Agli adulti, ma non solo, è dedicato l'incontro (al cortile del Must di Lecce (via Degli Ammirati 16) sugli album illustrati d'autore organizzato per venerdì 30 ottobre con la collaborazione del Picturebook fest  e la partecipazione della scrittrice Chiara Lorenzoni.

Per la sezione Le Officine Rossella Piccinno, regista e video artista, presenterà il suo ultimo progetto "Objets Perdus", realizzato nel Nord della Francia con dei rifugiati richiedenti asilo, su commissione della Ligue de l'Enseignement 62, dipartimento di Pas-de-Calais, mentre Matteo Colombo terrà un laboratorio di otto ore sulla traduzione letteraria, aperto a chiuque sia interessato al lavoro del traduttore, infine in collaborazione con Alex ristorante si accenderanno i fuochi nelle cucine della Città del Gusto per un laboratorio sulle ricette di Pepe Carvalho, tratte dal romanzo MIllenio; il laboratorio sarà tenuto dalla giovane e talentuosa chef Alessandra Civilla. 

Per la sezione Letture nei cortili si apriranno le porte del  Chiostro della Biblioteca Innocenziana di Lecce e, grazie alla collaborazione dell'associazione Dimore Storiche Sezione Puglia anche di due dei più bei palazzi del centro storico: Palazzo Carrelli Palombi e Palazzo Andretta. Pagine scelte di romanzi e racconti di storie di viaggio, lette da scrittori e attori di tante compagnie teatrali di Lecce, con l'intervento musicale del Coro Lirico di Lecce e degli studenti del Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce.Numerosi altri eventi letterari costellano le giornate del festival nei caffè all'aperto della città (Doppio zero, Caffè cittadino, All'Ombra del barocco, Caffè letterario) dove dalla mattina alla sera si potrà fare migliore conoscenza di celebri romanzi: Cuore di Tenebra di Conrad, Pinocchio di Collodi, On the Road di Kerouac, L'Uomo che guardava passare i treni di Simenon.

Una novità assoluta di questa II edizione sono le collaborazioni del Lecce Festival della Letteratura con partner di grande prestigio che hanno consentito di realizzare una ricca sezione di Eventi speciali.

In collaborazione con "Versoterra – a chi viene dal mare" della compagnia di Mario Perrotta a Lecce, nel cortile del Castello Carlo V, tutte le mattine, dal 30 settembre al 2 ottobre, andrà in scena Emigranti Esprèss LIVE, di e con Mario Perrotta (per info e prenotazioni leccefestivaletteratura@gmail.com indicando nell'oggetto Emigranti Esprèss) .

Venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre la compagnia teatrale di Paola Leone "Io Ci Provo" proporrà alle officine Ergot, una riduzione del suo ultimo lavoro PPP Passione Prigione Pietà e/o Porca Puttana Pasolini integrata dalla lettura di pagine scelte de L'Odore dell'India di P.P. Pasolini (per info e prenotazioni leccefestivaletteratura@gmail.com indicando nell'oggetto prenotazione PPP). Negli spazi della Fondazione Palmieri, sabato 1 ottobre, il Conservatorio di Musica "Tito Schipa" di Lecce, sempre con la collaborazione della compagnia "Io Ci Provo" propone un lavoro originale realizzato appositamente per il Lecce Festival della Letteratura: L'occhio del lupo,  da una riduzione del romanzo di Daniel Pennac, lettura a più voci su musiche originali composte da Alessandro Solidoro per le voci di Elisabetta Liguori, Paola Leone, Alessio Pallara e Vittorio Vernaleone (ingresso libero).

Il viaggio della seconda giornata del festival si concluderà all'Alex ristorante presso il circolo tennis con l'evento "A cena con Pepe Carvalho". La talentuosa chef Alessandra Civilla reinterpreterà le ricette che il noto investigatore, nato dalla penna di Manuel Vásquez Montálban, cita e degusta nel romanzo Millennio (per info e prenotazioni 0832 249894; cell. 320 8034258).

L'ultima giornata del festival si concluderà invece con un doppio appuntamento realizzato in collaborazione con il festival del XVIII secolo e interamente dedicato a Viaggio In Italia di J. W. Goethe. Adele Boghetich e Corrado De Bernard introdurranno una lettura-concerto: Mauro Marino leggerà pagine scelte da Viaggio in Italia (Roma, Napoli e la Sicilia) al pianoforte Pierluigi Epifani eseguirà brani tratti da Les années de pèlerinage di F. Liszt.

 


 

Per info

leccefestivaletteratura@gmail.com

cell. 347 5066681

Nessun commento:

Posta un commento