sabato 1 ottobre 2016

DYLAN DOG, IL CURATORE RECCHIONI A IL FALCO E IL GABBIANO SU RADIO 24: “TIZIANO SCLAVI NON È BIZZARRO COME LA LEGGENDA VUOLE RACCONTARE, È UNA PERSONA NORMALE CON UN GRANDISSIMO SENSO DELL’UMORISMO”. “

"Tiziano ha sempre detto che lui non si identificava né con Dylan né con Groucho, ma con i mostri, il suo motto tipico è i mostri siamo noi"  a dirlo è Roberto Recchioni, il curatore di Dylan Dog, che parla di   Tiziano Sclavi  nella puntata de Il Falco e Il Gabbiano di Enrico Ruggeri in onda oggi su Radio 24 , dedicata proprio alla storia di Sclavi..

"Tiziano non è bizzarro come la leggenda vuole raccontare – aggiunge Recchioni -  fermo restando che tra la realtà e la leggenda scegli sempre la leggenda, però è anche una persona normale dotato di un grandissimo senso dell'umorismo e di una fortissima ironia".
La leggenda su Sclavi riferisce  di uno sceneggiatore vittima dell'alcolismo che solo sotto gli effetti della dipendenza riesce a scrivere, e Roberto Recchioni ne dà su Radio 24 una visione in parte differente : "Tiziano dice spesso che lui scriveva quando era ubriaco e quando ha smesso di bere ha smesso di scrivere. In realtà ha ricominciato a scrivere. Scrive benissimo e scrive benissimo da lucido. Però ha avuto un problema serio con l'alcoolismo, ancora oggi è una persona che lotta coi suoi demoni, con tutte le sue dipendenze".

E quello de Il Falco e il Gabbiano di Enrico Ruggeri è solo uno degli appuntamenti che Radio 24 dedica al 30° compleanno del celebre fumetto. Le 8 storie più significative scritte da Tiziano Sclavi saranno protagoniste del Radiofumetto Dylan Dog, l'indagatore dell'incubo in onda da Sabato 1° ottobre alle 15.00, in cui l'investigatore londinese prende vita – e voce – e racconta la sua storia. Otto episodi a partire dal primo albo del 1986 fino al nuovo lavoro di Sclavi, Dopo un lungo Silenzio, che segna il ritorno del creatore di Dylan Dog alla sceneggiatura dopo 9 anni di silenzio e che sarà in edicola a fine ottobre.

Nessun commento:

Posta un commento