martedì 15 novembre 2016

Confronto sulla cultura in scatola con Bertoni giovedì a Giurisprudenza

Discussione sull'università italiana del XXI secolo con Federico Bertoni (Università di Bologna), Paola Galimberti (Università di Milano), Maria Chiara Pievatolo (Università di Pisa), Valeria Pinto (Università di Napoli) e Gaspare Nevola (Università di Trento). Presiede Roberto Caso (Università di Trento).

Giovedì 17 novembre, ore 15
Facoltà di Giurisprudenza, sala Giustino D'Orazio (Trento - Via Verdi, 53)


La giornata di un professore. Le tre parole magiche: "merito", "eccellenza" e "valutazione". Logiche del potere e pratiche di resistenza. C'è questo e tanto altro nella disamina dell'università italiana del XXI secolo di Federico Bertoni (Università di Bologna). Il suo libro "Universitaly, la cultura in scatola" (Laterza, 2016) sta facendo discutere e sta dando l'occasione per confronti di idee e per un approfondimento della situazione italiana. Come accadrà anche nel seminario organizzato all'Università di Trento.

«Perché – si legge sul sito dell'editore – un luogo di elaborazione e di trasmissione della conoscenza diventa uno straordinario concentrato di stupidità, in cui l'automazione frenetica delle pratiche svuota di significato le azioni quotidiane?».

A questa domanda cruciale cerca di rispondere Bertoni in un libro che «è al tempo stesso un racconto, un saggio di critica culturale e un testardo gesto d'amore per il sapere, l'insegnamento e un'istituzione che ha accompagnato il progetto della modernità occidentale».

«Il libro – si precisa – parte da casi concreti e da un'esperienza maturata sul campo. Senza alcun rimpianto nostalgico per la "vecchia" università, ma con uno sguardo disincantato, si rivolge a chi ha una percezione vaga del presente, spesso distorta da stereotipi e pregiudizi».

L'autore
Federico Bertoni insegna Teoria della letteratura all'Università di Bologna. È membro della giuria dei letterati del Premio Campiello e presidente dell'Associazione di Teoria e Storia Comparata della Letteratura. Autore di saggi di critica e di teoria letteraria, dedicati in prevalenza alla narrativa europea tra Otto e Novecento, ha pubblicato tra l'altro: "Il testo a quattro mani. Per una teoria della lettura" (La Nuova Italia 1996 e Ledizioni 2010); "Romanzo" (La Nuova Italia 1998); "La verità sospetta. Gadda e l'invenzione della realtà" (Einaudi 2001); "Realismo e letteratura. Una storia possibile" (Einaudi 2007). Ha inoltre curato l'edizione critica di "Teatro e saggi" in "Tutte le opere di Italo Svevo" (edizione diretta da Mario Lavagetto, "I Meridiani" Mondadori 2004).



Nessun commento:

Posta un commento