martedì 14 febbraio 2017

AGRICOLTURA: VERSO UNA SOLUZIONE PER I COMUNI INIZIALMENTE ESCLUSI DAI GAL

I paesi esclusi in autunno, per alcune errate interpretazioni per la selezione dei comuni eleggibili sia per la programmazione agricola FEASR sia per quella relativa alla pesca del FEAMP, troveranno quasi sicuramente sponda in un GAL (Gruppo di Azione Locale) esistente. È quanto emerge dall'ultima riunione tenutasi in Regione Puglia, dove dietro l'egida dell'Assessore alle Politiche Agricole Leonardo Di Gioia, sembra esser stata trovata finalmente una soluzione definitiva. Verosimilmente la città di Modugno confluirà nel GAL Conca Barese o nel Fior d'Olivi mentre sarà il GAL Terra dei Trulli e di Barsento l'approdo di Monopoli e il GAL SEB (Sud Est Barese) quello di Polignano a Mare. La partecipazione ai bandi scadrà il 20 marzo prossimo.

 

"Una data davvero ravvicinata che non lascia spazio ad ulteriori perdite di tempodichiara il deputato Giuseppe L'Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura alla CameraÈ giunto il momento che i Comuni esclusi mettano in campo tutti gli accorgimenti per giungere concretamente all'ingresso in un GAL. È necessario organizzare incontri sul territorio con gli agricoltori ed i pescatori per intercettare le loro esigenze e trasferirle nella futura strategia locale, in sinergia con le politiche già previste o messe in atto dai GAL. L'Assessore Di Gioiaprosegue L'Abbateparrebbe finalmente aver risolto quel problema da lui stesso creato e, di questo, non possiamo che esserne contenti. Ora, però, è giunto il momento di passare all'azione e c'è bisogno che quei comuni apparsi sempre sopiti, come Polignano, si sbrighino ad adempiere alle necessarie pratiche burocratiche. Ne beneficerà l'intero territorio nonché il tessuto produttivo locale".

 

Le potenzialità e le pratiche di successo che la partecipazione ad un Gruppo di Azione Locale plurifondo può esprimere sono state recentemente illustrate anche in un convegno organizzato, lo scorso venerdì 10 febbraio, proprio dal deputato L'Abbate a Polignano con il collega Emanuele Scagliusi, la candidata sindaco Maria La Ghezza e la partecipazione del prof. Francesco Con (Ordinario di Economia Agraria all'Università di Foggia nonché già consigliere d'amministrazione del GAL Barsento e consulente della cooperazione transnazionale GAL Daunia Rurale) e del dottor Pierantonio Munno, presidente del GAC (Gruppo di Azione Costiera) "Mare tra gli Ulivi". Nell'evento si è cercato anche di sollecitare l'Amministrazione Vitto (PD) a prendere parte attiva nella questione ed a concretizzare l'impegno del comune di Polignano, che beneficerà di questa possibilità nonostante non abbia neppure presentato ricorso al primo bando che la escludeva erroneamente.

 


Nessun commento:

Posta un commento