mercoledì 19 aprile 2017

IL GRANDE DANIEL OREN PER LA SINFONIA N. 9 DI BEETHOVEN - Presentato oggi l'atteso concerto in programma venerdì 21 aprile al teatro Apollo

Venerdì 21 aprile, alle ore 21, al teatro Apollo, è in programma il Concerto Sinfonia n. 9 in re minore per soli, coro e orchestra di Ludwig Van Beethoven con l'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari e il Coro di Lecce.

Maestro del coro sarà Emanuele Di Pietro, direttore Daniel Oren. Soprano, Adriana D'Amato; mezzo soprano Antonella Colaianni; tenore Francesco Zingariello, basso Giuseppe Naviglio:

 

"Dopo lo straordinario evento dell'inaugurazione - ha sottolineato la direttrice artistica Katia Ricciarelli  - ora riproponiamo uno spettacolo di grande qualità. La qualità resta la nostra bussola. Perché questo teatro non può rimanere una cattedrale nel deserto".

 

"Puntare sul Concerto n. 9 è stata un'operazione ardua - spiega il Maestro del Coro, Emanuela Di Pietro - perché Beethoven è un grandissimo compositore ma di voci aveva sicuramente meno competenza".

 

"Il nostro obiettivo - sottolinea  l'assessore al Turismo e Marketing territoriale, Spettacoli ed Eventi, Luigi Coclite - resta quello di dare continuità pr4ogamamndo eventi di altissima qualità. E' quello che stiamo facendo in comune accordo con il sindaco Perrone. Sono felice che i cittadini leccesi abbiano apprezzato questa scelta. Ora siamo pronti a goderci questa grande festa nella quale troverà spazio una vera magìa musicale. Ringrazio Katia Ricciarelli e Francesco Zingariello per l'amore che state dimostrando verso questa città".

 

"Stiamo facendo quello che possiamo con le poche risorse a nostra disposizione  - afferma il sindaco di Lecce, Paolo Perrone - Fino a questo momento abbiamo fatto le nozze con i fichi secchi organizzando eventi grazie solo al contributo del Comune di Lecce. Siamo ancora in attesa del rimborso delle spese sostenute in occasione dell'inaugurazione del teatro Apollo di cui si era fatta carico la Regione Puglia  Stiamo presentando alla Regione una bozza di statuto per la costituzione della Fondazione che avrà il compito di gestire il teatro organizzando eventi di alta qualità. Abbiamo condiviso questo percorso con il Mibact dal quale abbiamo ricevuto riscontri positivi ma il nostro interlocutore privilegiato resta la Regione Puglia, l'unica in possesso delle 'chiavi' per accedere ai fondi comunitari. Al di là della governance, tuttavia, è importante capire su quale risorse si potrà contare per 'disegnare' il futuro del teatro".

 

"Continuare a riempire di contenuti questo splendido teatro - aggiunge il tenore e organizzatore dell'evento Francesco Zingariello - era una delle promesse che ci eravamo fatti. Ora l'auspico è che si possa programmare un'opera teatrale di grande prestigio".


Nessun commento:

Posta un commento